Caponata. Alla Sicilia!

Letras | Cocina

dsc00488Recentemente ho fatto un viaggio in Sicilia. Terra lontana e antica, a volte ancora arcaica e rude che poi, appena qualche chilometro più avanti, riprende la sua fisionomia da cartolina, facendoci ripensare alla Toscana, al Piemonte, con i loro vigneti coltivati e le loro colline soffici che conferiscono al tutto l’immagine di un paessaggio ovunque ondulante, pitturato a strisce da grappoli d’uva, ulivi, alberi da frutto…

dsc08364dsc08401Ho già scritto sulle mie visite in Emilia Romagna per incontrare gli amici, ormai famiglia, e sul sentimento atemporale che mi travolge e mi trasporta cent’anni indietro in quelle mattinate indelebili in cui facciamo i tortellini e i tortelloni insieme alle mamme e le nonne. Invece in Sicilia, gli anni corrono indietro a millenni e l’esperienza diventa poi un ricordo di giornate intense passate in quei templi antichi presso Agrigento o Selinunte –tra altri– o nei Teatri di Siracusa, dove il tempo ci si presenta assurdamente, gioca con noi, si muove indietro e avanti cinquemila anni e ci sommerge in una bellezza strana, dal senso diverso, dall’aria misteriosa e mitica, da far subire incessantemente la cosiddetta sindrome di Stendhal. Bella, bella, bella. Bella da morire…

dsc08302dsc08306Mi sono proprio mancati così tanti luoghi da vedere –la Sicilia è molto grande – e tanti piatti buoni ancora da gustare che mi auguro di farlo in un prossimo viaggio, magari assai presto. Chissà…

dsc08362dsc08348Dal cioccolato di Modica alle mandorle croccanti, dal pesce spada ai frutti di mare, dalla cassata siciliana (apoteosi della dolcezza) alla saporita caponata che ho assaggiato in quasi tutte le tavole, sono tornata con la certezza di aver provato soltanto una piccola dimostrazione  –stupenda– del suo ricco universo gastronomico.

dsc08390dsc08228dsc08229Non sarò io ad insegnare la ricetta della caponata siciliana, figuratevi. Vi confesso, mano in cuore, che questa è la prima volta che la preparo. E ne sono molto entusiasta. Perdonatemi, in anticipo, qualche errore di cottura, o gli sbagli nella scelta degli ingredienti, o nella presentazione del piatto. L’ho fatta così come l’ho sentita sgorgare dal profondo del cuore, come al solito, con l’amore urgente che offro umilmente all’Italia, tutta l’Italia, che mi regala il doppio e ancor di più di quanto io possa offrirle. E con l’eterna necessità di ringraziarla, mai riuscita nel modo che merita, per l’improvvisa fortuna di scoprirla nel mio destino pocchi anni fa. Terra mia e amata, generosa, terra di amici, di famiglia, di sogni, terra splendida che tanto mi manca.

dsc00495Quindi, alla Sicilia! A Gabriella e a Gianni che mi hanno dato il cielo in appena un giorno; mi chiedo quanto avrei avuto da ringraziarvi ancora se ne avessi avuti due per goderceli insieme…

dsc08220

Caponata

Ingredienti:
600 gr di melanzane
100 gr di gambi di sedano
1 cipolla
80 gr di olive verdi
25 gr di capperi
200 gr di pomodori rossi
1 cucchiaio di zucchero
1 tazzina di aceto
olio d’oliva q.b.
sale e pepe q.b.

dsc00424Preparazione:

Mondare le melanzane, tagliarle a cubetti, salarle e far saltare in una padella con olio extravergine di oliva (soltanto dorare, fino a metà cottura). Sollevare le melanzane con una schiumarola e metterle da parte.

dsc00447dsc00452dsc00457Affettare la cipolla e tagliare i gambi di sedano a rondelline sottili, metterli nella padella in cui avevamo soffritto le melanzane e farle appassire condite con del sale.

dsc00455dsc00465Aggiungere i capperi dissalati e le olive (se preferite denocciolatele), e cuocere ancora qualche minuto.

dsc00467Aggiungere i pomodori tagliati a cubetti e in ultimo le melanzane.

dsc00474Sfumare con una tazzina di aceto, aggiungere lo zucchero e e mescolare delicatamente.dsc00478dsc00484Servire a temperatura ambiente come antipasto, contorno o piatto unico. Finire cospargendo delle mandorle tagliate grossolanamente.

dsc00491dsc00512dsc00533Marisa Bergamasco

(Affezionata alla scrittura, alla buona cucina, al mangiare bene e ai buoni e grandi affetti, agente di viaggi di professione, sognatrice di vocazione, per sempre…)

2 pensamientos en “Caponata. Alla Sicilia!

  • 13 febrero, 2014 a las 9:52 am
    Permalink

    questa si che la leggo bene e la faccio subito!

    Responder

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Protected by WP Anti Spam

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.